La filosofia della crescita secondo Ennio Doris


Qualche sera fa sono stato a un evento organizzato da Banca Mediolanum a Milano in cui ha parlato il suo fondatore nonché presidente Ennio Doris.

Pur conoscendo Doris di fama (oltre che per i celebri spot televisivi) non avevo mai avuto modo di sentirlo parlare per lungo tempo tanto da poter cogliere la sua filosofia d’azione. Ebbene, premetto subito che sono rimasto piacevolmente colpito da quello che gli ho sentito dire e mi sono chiesto perché nessuno, almeno in Italia, non si preoccupa mai di diffondere in qualche modo la “visione del mondo” di questi nostri grandi imprenditori che, partendo quasi da niente (Doris inizia la sua carriera lavorativa in una filiale di banca di una cittadina di poco più di diecimila anime), sono riusciti a creare un impero finanziario. A mio parere oggi proprio di questi esempi e del loro modo di “vedere il mondo” ha bisogno il nostro Paese per poter ripartire e rimettersi a passo con il resto del mondo. Ma veniamo al dunque.

Il mondo non può che continuare a crescere” è stato il concetto cardine intorno a cui Doris ha fatto ruotare la sua argomentazione. La cosa interessate è che, partendo da questo principio, l’imprenditore è riuscito a sostenere tutti gli altri principi che sono fondamentali non solo per coloro che nel mondo del lavoro lottano ogni giorno per far crescere il loro business, ma anche per chi cerca di migliorare la propria vita nel quotidiano. Questi principi sono: coraggio, tenacia, entusiasmo, unità. Per capire il perché non c’è bisogno di fare chissà quali ragionamenti astrusi (se si sostiene che alla base della vita c’è un determinato principio, questo per essere tale deve, per definizione, risultare comprensibile e palese a tutti). Vediamo allora i vari passaggi punto per punto.

La Vita è Crescita. Sebbene esista tutta una corrente di pensiero che addirittura professa la “decrescita” è chiaro, invece, che ovunque c’è vita lì c’è crescita. Ciò che non cresce semplicemente prima appassisce e muore. Basterebbe già l’esempio fatto da Doris durante la serata per convincersene, e cioè guardare come l’umanità, seppure attraversando incredibili tragedie e carestie, durante la sua lunga storia è sempre andata crescendo e migliorando. Ma è sufficiente guardare anche solo una semplice pianta per poterlo vedere oppure, al contrario, ascoltare quello che ci dice la scienza riguardo all’intero Universo, che cioè è in continua espansione e accelerazione.

Coraggio. Se dunque la vita è crescita e se questo concetto lo teniamo ben chiaro in testa, non ha senso spaventarci e cadere preda della paura dato che questi “crolli” non possono che essere momentanei. Farsi prendere dalla paura e dal panico in questi casi significherebbe, quindi, andare in un certo senso “contro-natura”.

Tenacia. Non soccombere alla paura allora significa resistere e persistere sulla strada che conduce alla crescita giacché, prima o poi, la strada che stiamo percorrendo ritornerà a crescere.

Entusiasmo. Ma se la vita è crescita allora vivendo per crescere non può che donarci un costante entusiasmo. Questa parola, infatti, deriva dal greco e altro non significa che “Dio dentro di sé”. E, devo dire, ascoltando Doris ogni sua parola vibrava di entusiasmo.

Unità. Quando il banchiere ha spiegato che la miglior strategia di investimento è quella di diversificare (cioè non investire i propri soldi comprando azioni di un’unica azienda bensì comprare poche azioni ma di tante aziende sparse per il mondo in modo, appunto, di restare sulla cresta dell’onda mondiale che, come abbiamo detto, non può che avere un trend generale e a lungo termine in crescendo), mi è sembrato di cogliere il concetto di unità: più si coglie e si fanno proprie le diverse parti che corrispondono alla realtà che ci circonda e più saremo in grado di migliorare la nostra vita reggendo anche ai suoi urti. Questo concetto durante la vita avviene attraverso quelle azioni che vengono definite conoscenza e consapevolezza.

In conclusione. Ho sentito esprimere questi concetti a Ennio Doris mentre parlava di investimenti finanziari ed economia. Ma, a mio parere, proprio perché così efficaci in un mondo così pragmatico come quello economico dovrebbero spalancare a tutti gli occhi sulla loro veridicità.

Sarebbe bello che finalmente anche in Italia venisse valorizzata e diffusa la filosofia dei nostri grandi imprenditori come Ennio Doris così come accade da un secolo negli USA (basti pensare a Andrew Carnegie, Henry Ford e Thomas Edison, giusto per citare solo i “classici”). Se ciò accadesse sono certo che anche il nostro Paese ritornerebbe a correre e a crescere.

Michele Putrino

Consiglia l'articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.