Perché è importante l’Allenamento Mentale


training-601214_1920Il corpo e la mente non sono per niente separati. Anzi, sono talmente legati l’uno con l’altra che si condizionano di continuo a vicenda. Se vi convincete, ad esempio, di essere degli sfigati, state tranquilli che tutto il vostro corpo vi farà sentire in quel modo; viceversa, se vi vedete come persone che emanano energia da tutti i pori, tutto il vostro corpo vi farà sentire come una fonte di potenza senza eguali. Come scrive Giuseppe Vercelli, consulente per Juventus F.C., «Lo stato mentale definisce la realtà dell’individuo». Da questo semplice presupposto è già possibile comprendere che l’allenamento mentale ci consente di creare una nostra personalità in grado di resistere alle difficoltà, a superarle e a ottenere ciò che si insegue. Ma procediamo con ordine.

Anche se non ce ne rendiamo conto, il modo in cui percepiamo il nostro futuro – e quindi gli obiettivi e gli scopi che cerchiamo di raggiungere – determina quasi sempre il nostro comportamento. E allora non c’è da stupirsi se, trovandoci di fronte una persona che non ha nessuna meta da raggiungere, la percepiamo come confusa, piena di paure e di ansie. Se, invece, parliamo con una persona piena di energia e voglia di fare, molto probabilmente avrà una visione ben chiara del proprio futuro.

Avere una meta, un obiettivo da raggiungere è ciò che rende un essere vivente tale. Infatti per definizione qualcosa “si muove” se va verso una certa direzione; e di solito un qualcosa va verso una certa direzione perché ne è attratta, perché è di suo interesse. Se dunque ci tenete a sentirvi vivi non potete esimervi dal puntare una meta e dal fare di tutto per raggiungerla. Ma, come si sa, quando cerchiamo di raggiungere una meta, anche se partiamo pieni di entusiasmo a un certo punto ci facciamo trascinare dalle difficoltà, fino a dimenticarci dello scopo stesso che stavamo inseguendo. Per fortuna se pratichiamo l’allenamento mentale possiamo non solo mantenere ben salda la meta verso cui andare ma anche, e soprattutto, superare quasi tutte le difficoltà perché, ricordatelo sempre, i limiti sono prima di tutto nella nostra mente.

Se avete avuto modo di vedere quel capolavoro che è Revenant, con la magnifica interpretazione di Leonardo Di Caprio, allora avete già in mente una storia in cui sono ben rappresentati i concetti a cui sto facendo riferimento (non descrivo niente per evitare spoiler a chi non lo ha visto; e a costoro sento di dire: rimediate al più presto a questa mancanza!).

Concludo con una bella affermazione di Mauro Berruto – medaglia d’argento alle olimpiadi di Atene ed ex allenatore della squadra nazionale italiana di pallavolo – in cui si comprende bene l’essenza dell’allenamento mentale perché lo sport è una magnifica rappresentazione della vita da cui si può e si deve imparare tanto:

«La mentalità vincente si costruisce nello sport esattamente come nella vita: lavorando duramente ogni giorno affinché a ogni fine giornata si sia ottenuto un piccolo miglioramento. La mentalità vincente è quella capacità ossessiva di trovare ogni giorno qualcosa di migliorabile e migliorarlo. Così si diventa campioni.»

Michele Putrino

Consiglia l'articolo